Kankí

Archeologia Maya > Campeche > Campeche

Scaricalo Scaricalo Scaricalo

CatturaloCatturalo

Chiudere

Condividilo

Il luogodei chultunes

L’origine del nome Kankí proviene da un arbusto silvestre con piccoli fiori di colore giallo ed è localizzato a nord dello stato di Campeche a solo 16 km di Tenabo. L’insediamento della zona di Kankí è di stile Pucc, le prime evidenze d’installazione del sito rimontano all’inizio del periodo Classico, tra gli anni 500 e 600 d.C. La sua auge sembra aversi dato durante gli anni 600-650, e gli ultimi registri d’installazione si datarono alla fine del periodo Classico, tra l’800 e 1000.

Pollok, riporta il sito archeologico nel 1940, mentre realizzava esplorazioni nella regione Puuc nello stato di Campeche.

L’architettura di Kankí, risalta per l’esuberante vegetazione che la circonda. Nel centro della zona si trova un palazzo di due livelli, dove si trova un paio di architravi, incisi (parte superiore di porte e/o finestre), a parte di varie strutture che formano patii comunicati tra di loro.

Il Gruppo Centrale è composto da dieci patii, numerosi chultunes e piattaforme basse, così come la Struttura I o Palazzo, la più importante del sito. È il palazzo dove si possono apprezzare resti grechi, maschere di Chac e fregi decorati con rilievi rettangolari.

Il Gruppo Nord si distingue per l’insieme di sette edifici che lo integrano, dei quali quattro si trovano formando un patio.

Un altro insieme formato da cinque edifici, è chiamato Gruppo del Rospo o Cacabbeec, dove si riscattarono 2 architravi, molto elaborate che ora si esibiscono nel baluardo della Soledad, nella città di Campeche.

Orario
Dal lunedì alla domenica dalle 8:00 alle 17:00
Tariffe
Entrada gratuita
Come arrivare

Si trova a16 km al sud-est di Tenabo. Da Campeche si prende la strada federale 216 verso il paese di Tenabo fino a incontrare la deviazione che conduce al sito.

Galleria

Cartina e indirizzo

mapa
Si trova nel chilometro 38 della strada Campeche-Merida. A 16 km dal municipio di Tenabo, verso est.