Honduras

Copan, lo splendore della civilizzazione maya. La squisitezza artistica nella frontiera del centroamerica.

Scaricalo Scaricalo Scaricalo

CatturaloCatturalo

Chiudere

Condividilo

Honduras è stato lo scenario dell’andare e venire dei popoli e culture durante migliaia d’anni. Situata nella confluenza della civilizzazione centroamericana e le etnie procedenti dal sud, la mistica città di Copàn s’innalza nelle terre basse maya.

Nelle sue straordinarie rovine, il maya si vanta delle sue abilità artistiche, delle sue impressionanti conoscenze scientifiche e della sua sofisticata organizzazione politica e sociale. Geroglifici, tavole e scene delicatamente scolpite in rilievo, narrano la storia che il tempo ha cancellato dalla memoria dei popoli. Il viaggiatore s’incontra davanti a un’abbondanza artistica che difficilmente incontrerà in altri luoghi.

Honduras

Entra ai principali risorse archeologiche
facendo click sulla cartina

Copán

Copán

Copàn è un sito archeologico della civilizzazione maya che si trova nel dipartimento di Copàn a ovest dell’Honduras, non molto lontano dalla frontiera con Guatemala. Fu la capitale di uno dei principali regni, tra il V e IX secolo a.C.

Le rovine, situate nel cuore della valle di Copàn, sono state al centro di una grande investigazione sulla antica civilizzazione maya che si sia mai realizzato in questi ultimi tempi.

Il sito di Copàn, è conosciuto per le sue impressionanti sculture intagliate su pietra e specialmente per i ritratti dei suoi governanti riflessi in una serie di tavole, la maggioranza delle quali furono collocate lungo i cammini di processione nella piazza centrale della città e la vicina acropoli, un gran complesso della super posizione di piramidi a scala, piazze e palazzi.

Il sito conta con un gran patio per il gioco della palla mesoamericana. La scalinata geroglifica, si impone al lato ovest della struttura 10L-26 nella piazza principale, la quale contiene circa 2200 glifi incisi, che formano il più lungo testo geroglifico maya conosciuto. Le prime notizie delle rovine archeologiche di Copàn che arrivano al mondo occidentale, proviene da una lettera inviata al re Felipe II nel 1576, da Diego Garcia de Palacios: ”nel cammino (da Guatemala) alla città di San Pedro, nel primo paese dentro la provincia di Honduras, chiamato Copàn, ci sono certe rovine e resti di una grande popolazione, e di superbi edifici, di molta abilità e splendore, che sembra non poter essere costruiti dai nativi…” Rovine di Copàn offre anche passeggiate a siti come il parco degli uccelli, aziende di caffè, centri di bellezza e bagni di acqua termale, feste tradizionali e soprattutto cultura e tradizione.

Rastrojón

Rastrojón

Rastrojon è un sito archeologico che è situato vicino all’Hotel Clarion Posada Real.

Nella epoca di splendore fu una zona esclusiva per guerrieri maya.

Per il momento non è aperto al pubblico però lo sarà in breve.

Río Amarillo

Río Amarillo

Il sito archeologico Rio Amarillo fu una città maya di molta importanza nella regione circostante la città di Copan. Si tratta di un insediamento la cui storia risale dal primo Classico fino al tardo Classico (da 250 fino al 850 d.C.).

La sua importanza è evidente dalla monumentalità dei suoi edifici, la bellezza delle sue opere scultorie rappresentata tanto dai suoi monumenti quanto dalle facciate dei suoi edifici più importanti, trattandosi in più del sito migliore conservato e di maggiori dimensioni nell’area occidentale dell’Honduras.

L’area protetta del Parco Archeologico Rio Amarillo include l’area archeologica (5 isolati) e un’area di riserva forestale (45 isolati) albergando un’ampia varietà di specie della flora e fauna naturale della regione, convertendosi anche in un rifugio di risorse naturali e culturali di rilevanza, tanto per il turismo locale quanto per quello internazionale.

El Puente

El Puente

Il parco archeologico El Puente si trova a nord della Valle di Florida, nel municipio di La Jigua, Copàn, due chilometri a nord della confluenza dei fiumi Chamelecon e Chinamito e a 5 km dalla deviazione di La Laguna, sulla strada che une La Entrada con Copan Ruinas. Il parco si trova in un terreno di 8 isolati circa, anche se il sito raggiunga una superficie di circa due chilometri quadrati.

El Puente fu costruito attorno all’anno 570 d.C., probabilmente da un gruppo di immigranti della élite proveniente da Copan. Il suo obbiettivo fu, tra le altre, probabilmente controllare il percorso di scambio commerciale tra la valle di Copan e il centro di Honduras, assicurando l’ottenimento di materiali importanti.

Il sito archeologico comprendo 210 strutture, delle quali 14 di esse sono state investigate e ristrutturate. Il gruppo principale ha una forma longitudinale con strutture allungate e collegate tra di esse, con un’orientazione a est-ovest. Possiede 5 piazze ben definite. L’estremo ovest del gruppo principale, si trova vicino al fiume Chinamito, dove quest’ultimo forma come una borsa, dove il visitatore può approfittare per riposarsi.

Paesi del Mundo Maya

Scopri con un click tutta l’informazione

Belice Belice

Congiuntamente a laghi e fiumi s’insediarono i maya, Fiorisce il commercio e s’innalzano imponenti centri cerimoniali

El Salvador El Salvador

Un sorprendente viaggio nel tempo per osservare la vita degli antichi maya, pietrificata sotto il vulcano

Guatemala Guatemala

Il cuore del Mondo Maya. Importanti metropoli nell’altipiano e nel Petèn e la ricchezza culturale dell’eredità vivente dei maya

Honduras Honduras

Copan, lo splendore della civilizzazione maya. La squisitezza artistica nella frontiera del centroamerica.

Messico Messico

Lo splendore della civilizzazione maya, da oceano a oceano. Metropoli nella selva, maestosi centri cerimoniali e l’eredità vivente dei maya