Chichén Itzá

El nucleo monumentale più importante e meglio conservato della cultura maya

Scaricalo Scaricalo Scaricalo

CatturaloCatturalo

Chiudere

Condividilo

Scoprilo Scoprilo
Scoprilo

Tutti i dati che non puoi perderti sul terreno

Come arrivare Come arrivare
Localizzazione

Conosci l’indirizzo e il municipio al quale appartiene

Si localizza a 120 km al est di Mérida. Al chilometro 120 della strada Merida-Cancun. Municipio di Tinum. Yucatan.

Orari e tariffe Orari e tariffe
Orari e tariffe

Previeni e prenota le entrate in anticipo

Orario

Dalmartedì alla domenica dalle 8:00 alle 17:00

Tariffe

57 pesos

Localizzati Localizzati
Localizzati

Trovalo nella cartina insieme con altre risorse utili

Chichén Itza possiede questa qualità ingannevole che tutti pensano di conoscere. Sono, probabilmente, gli insediamenti Maya più famosi, però il viaggiatore non si può immaginare che quando, di fronte al muro del templio di Kukulcán, i ricordi gli facciano riconoscere profili come quelli immaginati.

Chichén Itzá fu la cittàpiù importante de la cultura maya a cavallo del periodo Classico e post-Classico attorno agli anni 900 e 1300 della nostra era. É stato durante l’inizio del Classico, la capitale di una vasta regione e anche quando si edificarono le costruzioni stile Puuc. Con l’arrivo dei itzáesalla fine di questo periodo, si creò un nuovo stile che mescolava le tradizioni maya con quelle dei nuovi arrivati. Questo sarebbe il secondo e maggior apogeo del sito che terminò con l’arrivo dei principi del Mayapan, tra il 1185 e 1204 d.C.

Abbastanza ben conservata, gli archeologhi sono in disaccordo sul fatto se furono questi maya che influenzano Tula, la città tolteca vicino a Città del Messico che tiene molte similitudini, o se i miti sull’esilio del re tolteca Quetzalcoatl (Kukulcan), furono l’origine del periodo dell’apogeo di Chichén Itzá.

Situata nell’entroterra, con un nucleo monumentale di cinque chilometri quadratie e una estensione amplissima di alloggiamenti e luoghi di secondaria importanza, attualmente è stata scavata per un 20%. Il nome della città significa “la boca o entrada al pozo de los itzáes” facendo riferimento ai pozzi o depositi che rifornivano d’acqua il luogo e che ,con molta probalitá, condizionarono la creazione di piazze.

Il Cenote sacro, ubicato al fondo di un sacbé (via maya stuccata), era il punto in cui i sacerdoti e il popolo maya accudiva in pellegrinazione per lanciare offerte al dio Chaac, signore delle piogge, generalmente oggetti di valore E anche dove si facevano sacrifici umani. Dragato ai principi del XX sec. su iniziativa di un console americano di dubbio ricordo, Edward Herbert Thompson, si estrassero dal fondo moltissimi oggetti in giada, oro, ceramica e osso , che sono serviti per documentare la società maya.

La architettura de Chichén Itzáè abbastanza innovatrice rispetto alle città maya classiche. Grandi colonne e pilastri costruita con enormi blocchi di pietra sovrapposti e spesso incisi, riempiono gli edifici per dentro e per fuori, specialmente nel complesso chiamato delle Mille Colonne, la cui funzione fu quella, probabilmente, di mercato.

Leggere di più >> Leggere di più

L’edificio più famoso e importante di Chichén Itzá è il Tempio di Kukulcán, rappresentazione maya del dio Quetzalcoatl. Conosciuto come “Il castello” , ha una altezza di 24 metri su una piattaforma di 55,5 metri di Largo, dalla quale sorgono 4 scale che rappresentano i punti cardinali, il cui numero discalini totali coincidono Con i 365 giorni dell’anno.

Ci sono più simboli astronomici: i nove corpi sovrapposti in forma graduale, dividono la piramide in 18 terrazze che simbolizzano i 18 mesi del calendario maya; sotto, al suo interno, ci sono 52 tavole che rappresentano gli anni di ogni ciclo sacro. Negli equinozi di primavera-21 marzo- e quello d’autunno-21 settembre- succede qualcosa di magico nella scalinata nord, una illusione ottica terribile; gli scalini proiettano un gioco di luci e ombre che disegnano la immagine del corpo di un serpente, dio che scende sulla terra (Kukulcán) simbolizzando il dovere di assistere ai lavori agricoli per la semina del granturco prima dell’arrivo delle piogge.

El Il Tempio dei Guerrieriè è situatosopra un edificio a forma di piramide, il suonome si deve ai bassi rilievi che decorano i pilastri, nei quali si può osservare guerrieri che sottomettono i prigionieri. La immagine per la quale è conosciuta,è per il Chacmool cheprotegge l’entrata, una figura seduta guardandoci, con le gambe crociate e un recipiente sul grembo (forse conteneva sacrifici), la quale ha avuto una influenza sullo scultore inglese Henry Moore che l’ha fatta tanto emblematica.

Dal canto suo, il Gioco della Palla è il più grande di tutta il centroamerica e Messico, con i suoi 168 metri di lunghezza. É formata da due muri eretti e paralleli con nel centro due anelli di pietra, originali, nei quali doveva passare la palla.

Il Tempio dei Giaguari si trova nella parte posteriore di questo muro dove c’è una abitazione reale scolpita con rappresentazioni di guerrieri, sacerdoti, animali e piante acquatiche.

Il chiamato Complesso delle Monache era un palazzo, nel quale le sue piccole stanze ricordano agli spagnoli le celle di un convento , composto da tre piani con stile Puuc misto al maya-tolteca. La Chiesa è un piccolo edificio con una intensa decorazione Puuc, piena di elmi , nella quale risaltano le sculture dei bacabs, i quattro animali che nella mitologia maya sostenevano il cielo dai quattro punti cardinali, rappresentati da un armadillo, una lumaca, una tartaruga e un granchio.

Più a nord, l'Osservatorio Astronomico, anche chiamato “El Caracol” per le sue scale a chiocciola, conserva tutta la sua struttura e si può osservare, per esempio, le fessure dei muri corrispondenti alle posizioni di alcuni corpi celesti in monumenti cruciali del calendario maya. É possibile che questo edificio rotondo e situato sopra due piattaforme rettangolari di diversa orientazione, servivano per realizzare osservazioni astronomiche.

La zona archeologica è dichiarata Patrimonio Mondiale da parte dell’UNESCO. Stando nella zonadevi visitare il Museo del sito di Chichén Itzá.

Consigli...

Calzature

Metti scarpe comode, da ginnastica, che ti permettano di camminare e accedere facilmente a tutte le aree del sito.

Il tempo

Prima di arrivare, informati sulle le condizioni metereologiche e scegli il miglior periodo cliccando qui

Rispetta

Ricorda l’importanza di rispettare, mantieni pulito e in buone condizioni i luoghi che stai visitando.

Come arrivare Come arrivare
Come arrivare

Si trova nella parte centro-nord della penisola del Yucatan. Da Mérida, la capitale del Yucatan, di...

Si trova nella parte centro-nord della penisola del Yucatan. Da Mérida, la capitale del Yucatan, dista 120 km prendendo la strada federale 180 Merida-Puerto Juarez, la quale si trova in buone condizioni.
Chiudere [X]

I 10  H&Rs più vicini...
I 10 H&Rs più vicini...

Localizza i 10 hotel e i 10 ristoranti più vicini al sito archeologico, perché non ti manchi nulla.

Localizzati Localizzati
Localizzati

Identifica la tua posizione nella cartina e identifica i punti di maggior interesse più vicini

TOP 10 Archeologia Maya

Calakmul Campeche

La impressionante capitale del regno del serpente >>

Chichén Itzá Yucatan

El nucleo monumentale più importante e meglio conservato della cultura maya >>

Cobá Quintana Roo

Una delle maggiori metropoli del Mondo Maya >>

Comalcalco Tabasco

La antica città Maya di mattoni e malta di conchiglie e ostriche >>

Edzná Campeche

Integrazione degli stili Puuc, Petén e Chenes nella capitale dei Itzáes >>

Izapa Chiapas

Casa dell’albero della vita che rappresenta la simbologia del Mondo Maya >>

Palenque Chiapas

Dove l’abbondanza di resti archeologici ci mostrano le linee maestre della cosmologia maya >>

Pomoná Tabasco

È il più importante dei templi al dio Kin nella valle del fiume Usumacinta >>

Tulum Quintana Roo

Spettacolare città con muraglia ai margini del mare >>

Uxmal Yucatan

La più importanti delle città maya della rotta Puuc >>