Yaxchilán

Archeologia Maya > Chiapas > Chiapas

Scaricalo Scaricalo Scaricalo

CatturaloCatturalo

Chiudere

Condividilo

Città persa tra un folto strato di bosco tropicale

Yaxchilá, che significa “pietre verdi” in maya, è conosciuto per il suo gran numero di strutture architettoniche e iscrizioni. Esistono testi in qualsiasi sito: su tavole, in altari nei profili delle porte e nelle architravi.

Fu una importante e poderosa città ai finali del 600 a.C., esempio della complessità sociale che caratterizzò il Classico maya delle Tierras Bajas (250-900 d.C.). Dominò altre cittàpiù piccole come Bonampak, ed è stata molto tempo alleate con Piedras Negras e Tikali. Ebbe una importante battaglia contro Palenque, documentata nel 654 d.C.

Per le costruzioni del complesso, i maya approfittarono le caratteristiche del terreno, di una penisola circondata da un sinuoso fiume Usumacinta.

La superficie della città è molto estesa, anche se si possono visitare alcuni edifici. Alla Gran Piazza si accede attraverso di Il Labirinto, chiamato così a causa della complessa distribuzione delle sue stanze. Nei terreni della piazza si localizza il gioco della palla e piccoli insiemi di edifici. In molte delle costruzioni si trova ancora architravi che narrano la storia della dinastia della città. Spiccano gli Edifici 12 y 22. La gran Tavola 1 si erge sopra la piazza mostrando Pajaro Jaguar IV.

Esisteuna impressionante scalinata che comunica la piazza con la Gran Acropoli presieduta dal magnifico Edificio 33, il più superbo della città. Nella scalinata ci sono geroglifici con scene di Pajaro Jaguar IV giocando lapalla. Nelle architravi c’è la scultura decapitata di Pajaro Jaguar IV. Una leggenda lacandona racconta che quando la testa di Pajaro Jaguar ritorni al suo posto, il mondo sarà devastato dai giaguari celestiali.

Uno stretto sentiero une la Gran Acropoli con la Piccola Acropoli e l’Acropoli Sud, formata da due piazze e un insieme di edifici, tra i quali spiccano per le iscrizioni, i 42 e 44.

Orario
Da lunedì alla domenica dalle 8:00 alle 17:00
Tariffe
55 pesos
Come arrivare

Da Palenque si prende la strada di frontiera del sud per Frontera Corozal (163 km). Da dove si realizza un percorso in motoscafo di circa 1 ora fino ad arrivare al sito archeologico.

Galleria

Cartina e indirizzo

mapa
Ubicata sulle sinuose curve del fiume Usumacinta. Bisogna prendere una barca per arrivare alla zona archeologica.